Maradona: “Noi napoletani quando giochiamo siamo discriminati in tutta Italia”

Diego Armando Maradona è finalmente salito sul palco di Piazza del Plebiscito per festeggiare, con i napoletani, la cittadinanza onoraria. Ecco cosa ha detto: “Se non era per i fatti accaduti a Torino durante la finale di Champions League, questa piazza sarebbe completamente piena. Voglio ringraziare il sindaco e tutti quelli che mi hanno reso cittadino di Napoli. Però lo sono stato sempre”.

Prosegue: “In Italia bisogna fare tutto con un pezzo di carta, si dimenticano del cuore. Noi Napoletani quando andiamo a giocare in tutta Italia soffriamo il razzismo. Siamo tutti uguali. Eppure il napoletano è discriminato, io l’ho vissuto in prima persona.

Potrebbe anche interessarti