Psicosi Vesuvio, nessun legame tra incendi ed eruzione: ecco perché

La situazione drammatica che da giorni sta interessando il Vesuvio, sta creando anche qualche pericoloso allarmismo. Alcune persone, infatti, si chiedono se i numerosi incendi che stanno avvolgendo il nostro vulcano possano, in qualche modo, provocarne un’eruzione.

Ci teniamo a rassicurarvi: non è una conseguenza scientificamente possibile. 

Quello che sta andando in scena è un disastro ambientale a tutti gli effetti, ma non ha alcuna influenza sull’attività del Vesuvio.

Nessun avvenimento esterno, neppure di così ampia portata, può spostare equilibri esistenti all’interno del vulcano o tanto meno agire direttamente sugli spostamenti del magma.

L’eruzione è innescata dall’azione dei gas disciolti nel magma, che comporta un meccanismo simile a quello che si verifica in una bottiglia di spumante quando viene stappata: l’anidride carbonica disciolta nello spumante, quando si toglie il tappo, viene a trovarsi all’improvviso ad una pressione inferiore, così forma bollicine che uscendo trascinano lo spumante.

Allo stesso modo, anche il magma, quando diminuisce la pressione a causa di una fenditura, libera i gas che risalendo trascinano il magma stesso.

Quindi, un’eruzione avviene quando si verifica una delle seguenti condizioni: aumento della tensione dei gas;  diminuzione della pressione esterna.

Niente a che vedere con incendi e fuoco, che stanno sì dilaniando la nostra terra, ma che non hanno, ripetiamo, alcun potere sull’attività interna del Vesuvio.

Potrebbe anche interessarti