Catena umana per il Vesuvio: imprenditore rinverdirà a sue spese 1 ettaro

“Lasciamo lavorare i Carabinieri forestali, la protezione civile, i vigili del fuoco e tutti coloro che sono impegnati nello spegnimento degli incendi in corso e mettiamo da parte le polemiche per cominciare invece a capire cosa possiamo fare per recuperare in parte quel che è andato in fumo in questi giorni. E’ bene ricordare che due uomini dei Carabinieri Forestali hanno rischiato la vita in queste ore pur di fronteggiare il fuoco e la loro auto di servizio è andata distrutta dalle fiamme e solo per poco non abbiamo dovuto piangere anche vite umane oltre alla distruzione del verde sul Vesuvio”.

Lo ha detto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli con l’assessore di Ercolano, Giampiero Perna, annunciando “una catena umana che diversi comitati di cittadini e i Verdi, insieme ad Arci Napoli, Arcigay e La radiazza di Gianni Simioli, hanno promosso per sabato 15 luglio a Ercolano, con l’obiettivo di chiedere una maggiore prevenzione per ridurre il rischio di altre devastazioni come quella che stiamo vivendo e per avviare la riqualificazione grazie alla disponibilità dell’imprenditore verde, Roberto Fogliame, che ha deciso di rinverdire a spese proprie e del Sole che Ride, in modo del tutto gratuito, un primo ettaro di area andata distrutta”.

“Mentre ero lì, ho parlato con chi è impegnato nella lotta contro il fuoco e ci hanno raccontato che in molti casi le operazioni sono state rallentate dalla presenza di costruzioni abusive che hanno impedito di raggiungere i focolai nei tempi previsti, alcune aree erano interdette da cancelli abusivi che sono stati abbattuti con asce per passare” ha sottolineato il consigliere regionale.

Potrebbe anche interessarti