Torre del Greco. Altri due focolai accesi e senza canadair, Stilo: “E’ disumano lasciarci così”

Foto di Romina Stilo

Torre del Greco piegata dagli incendi. Dopo la scorsa notte di terrore, dove le fiamme hanno invaso rapidamente la zona di Cappella Bianchini, stamattina la città si è svegliata con altri due focolai accesi: in via Fodero e via Garzilli.

Una situazione aggravata ancor di più dalla mancanza di mezzi aerei, i canadair hanno lasciato il territorio vesuviano per far rientro in Francia. La denuncia del vicesindaco Romina Stilo arriva dai luoghi colpiti da nuovi roghi: “E’ disumano lasciarci senza un mezzo aereo! – ha detto – Guardate dove si trovano gli angeli di terra!! Con tutte le promesse fatte mi dicono che non c’è disponibilità di un canadair !! I vigili del fuoco si stanno inerpicando ma ci vuole un mezzo aereo!”.

In più l’elicottero della Protezione Civile, è stato fermo dalle 9 allo Stadio Liguori per un guasto ed è stato finalmente riparato. In seguito ha potuto riprendere il lavoro iniziato stamattina e che ha dovuto sospendere a causa di una perdita d’olio.

Intanto le persone evacuate ieri pomeriggio da via Ruggiero e ieri notte da Cappella Bianchini hanno trovato riparo ed accoglienza nella scuola Angioletti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più