Coppia napoletana respinta perché gay, la sindaca: “Offro una settimana di vacanza”

Respinti da un B&b perché gay. È questa la disavventura capitata ad una coppia napoletana, respinta da un bed and breakfast calabrese solo perché omosessuale. Non sono mancate le critiche ai titolari dell’esercizio, così come messaggi di solidarietà alla coppia napoletana.

Il sindaco di Ricadi, Giulia Russo, ha deciso di intervenire personalmente su questa vicenda, che ha sollevato non poche polemiche. La prima cittadina calabrese ha parlato a La Radiazza, ospitata da Gianni Simioli e dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

La sindaca ha invitato personalmente la coppia napoletana, offrendo loro una settimana di vacanza gratuita. Oltre alle scuse, la prima cittadina ha inoltre dichiarato che il B&b finito al centro delle polemiche non abbia pagato la tassa di soggiorno. Motivo per cui è possibile credere che la struttura sia in realtà abusiva.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più