Sorpreso a bruciare plastica e legno sul Vesuvio, beccato un 62enne

rifiuti bruciati Parco Nazionale del Vesuvio

Ha dato alle fiamme rifiuti, mobili di legno, scarti in plastica e abiti vecchi nel terreno di sua proprietà sul Vesuvio, in piena Terra dei Fuochi e emergenza incendi: per questo motivo è finito in manette A.P., 62 anni di Terzigno. A beccarlo i carabinieri che lo hanno sorpreso proprio mentre provocava l’incendio e arrestato con l’accusa di combustione illecita di rifiuti speciali pericolosi.

L’area del rogo è stata sequestrata, l’uomo ora si trova in carcere. Nelle prossime ore gli esperti dell’Arpac analizzeranno il terreno per capire se ci siano tracce di contaminazione visto che in fumo sono andati rifiuti speciali, specialmente in plastica.

Potrebbe anche interessarti