Natale 2017 a Napoli, iniziano i lavori: ecco cosa è in programma

Natale NapoliAncora non si vedono le proverbiali code chilometriche sulle varie autostrade italiane per raggiungere le mete estive e già si pensa al Natale, almeno a Napoli. In cantiere, infatti, già le prime iniziative, le prime manifestazioni e un’incipiente idea di quello che sarà tutto l’indotto e il movimento che ruoterà attorno all’evento dicembrino. Parcheggi, raccolta dei rifiuti, assegnazione di suolo pubblico e quant’altro, tutto è già stato quantomeno abbozzato dall’amministrazione cittadina di Napoli, che per questo Natale 2017 ha, però voluto portare numerose iniziative anche lontano dal centro storico.

L’amministrazione, con largo anticipo, già nel mese di marzo aveva approvato il Regolamento sull’occupazione di suolo e redatto le Linee Guida a cui le Municipalità dovranno attenersi per l’istituzione, la gestione ed i criteri relativi all’assegnazione dei posteggi e fissato i termini per la presentazione delle istanze per Natale 2017.

Nei giorni scorsi, poi, l’assessore al Bilancio e alle Attività Economiche, Enrico Panini, ha inviato alle Municipalità cittadine una nota con la quale chiede di definire le manifestazioni natalizie che prenderanno il via la prima settimana di novembre. “L’Amministrazione Comunale – ha dichiarato lo stesso Panini – favorirà la massima ricaduta positiva del Natale in termini di visibilità, sviluppo commerciale e attrattività mediante un ordinato svolgimento dei diversi mercatini, nel massimo rispetto delle regole e delle condizioni di sicurezza. Le aree su cui si svolgeranno le fiere natalizie coprono l’intero territorio cittadino dal centro alle periferie. Non solo Centro Storico e decumani, infatti. Scampia, Secondigliano e Chiaiano, ad esempio, saranno presenti con ben 8 manifestazioni, Soccavo e Pianura con 6.

Inoltre, gli operatori avranno la possibilità di beneficiare di una riduzione del canone per l’occupazione di suolo pubblico fino al 80%, qualora si adeguino, in termini merceologici e di arredo, ai progetti di utilizzo di banchetti, box, casette o gazebo omogenei fra di loro al fine di accrescere il valore culturale e turistico degli eventi”.

Confermata, inoltre, la buona pratica della raccolta differenziata dei rifiuti. Ciascuna Municipalità, di concerto con Asia e Polizia Municipale, provvederà ad individuare un responsabile per ogni fiera/mercatino, con il compito di monitorare giornalmente il corretto andamento della raccolta.

Si lavora, insomma, già alacremente per rendere il prossimo Natale molto gradito ai napoletani e ai tanti turisti che si spera invaderanno il capoluogo campano. Per questo motivo è stato fissato già per i primi di settembre il prossimo incontro tra tutte le parti in causa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più