NAPOLI- NIZZA: Che Napoli vedremo stasera?

sarri primo piano

Le attese sono finite. Dopo un lungo periodo di allenamenti, potenziamenti e un discreto ma importante tour di amichevoli, il Napoli stasera disputerà una delle prime partite più importanti di questa stagione, Napoli-Nizza, valida per la qualificazione Champions.

Ma staserà sarà solo un primo atto di uno spettacolo, che vedrà concludersi solo il 23 Agosto, nella partita di ritorno che verrà disputata in Francia, in cui solo una compagine potrà continuare il viaggio europeo fatto di stelle e coppa da grandi orecchie.

Ieri, durante la consueta conferenza stampa, Sarri, nel suo stile, ha preferito mantenere un profilo basso, ma pur sempre analizzando in maniera asettica e razionale quelli che saranno i probabili problemi o punti di forza per il Napoli di questa gara. 

E’certo che la squadra ha voglia di fare bene e vincere, conferma data da chi di quella squadra è lo scugnizzo indiscusso, Lorenzo Insigne, presente ieri in conferenza, che ha condiviso con i giornalisti quelle che sono le sensazioni del gruppo azzurro “Vogliamo metterli in difficoltà. Viviamo questa gara con grande entusiasmo, come se fosse una finale”. Ma ciò che farà la differenza in campo, non è solo chi si presenterà in una condizione fisica migliore, dato che sono due squadre che puntano molto sia sugli scambi veloci che sulle galoppate nelle corsie laterali, e quindi la buona condizione di gambe è essenziale, ma vitale e determinante sarà l’APPORTO CARATTERIALE, LA CONCENTRAZIONE E LA PIENA E VIGILE PRESA MENTALE ALLA GARA, per essere davvero pericolosi. Un Napoli troppo rilassato e mollo, contro un Nizza che sa di fronteggiarsi con una squadra decisamente più forte e organizzata e che quindi non ha niente da perdere, può essere deleterio per gli azzurri.

Sarri, in veste di padre di una squadra-figlia da tutelare, sottolinea quelli che potranno essere gli elementi di disturbo alla buona riuscita della gara: IL CALDO, giocare con temperature da climi africani non è salutare nè per il gioco nè per i calciatori, perchè l’afosità climatica stronca sia il ritmo della gara che la corsa. L’AVANZATA PREPARAZIONE FISICA E TATTICA DEL NIZZA, la squadra di Favre ha già quattro gare alle spalle e per questo motivo maggiore confidenza con il campo. LE ACCELLERAZIONI, Sarri dovrà fronteggiarsi contro una compagine giovane che punta tutto sulla velocità e che avrà studiato bene tutte le qualità e i punti deboli degli azzurri per continuare il percorso in europeo.

Quindi, quale sarà la carta vincente del Napoli? Sarà la coralità, l’armonia e l’impegno costante. Non vincerà il singolo, ma vincerà la squadra che costruirà meglio e avrà più fiato e più gamba!

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più