Tumore ai polmoni: da Napoli nuovi farmaci che sostituiranno la chemioterapia

Farmaci per chemioterapia

Napoli – Nonostante gli studi della scienza medica, il tumore ai polmoni è ancora la malattia col tasso di mortalità più alto, le possibilità di sopravvivervi oscillano fra il 4% ed il 17%, nonché la causa di morte più diffusa al mondo con milioni di casi ogni anno. Tuttavia, l’Azienda Ospedaliera dei Colli, a Napoli, sta sperimentando farmaci innovativi che potrebbero sostituire la tristemente nota chemioterapia e, addirittura, migliorare le aspettative di vita dei malati.

I medici ed i ricercatori napoletani, secondo quanto riporta il Mattino, stanno puntando tutto su farmaci innovativi e più tollerabili incentrati sull’immunoterapia e sulla target therapy: una serie di farmaci che vanno a colpire soltanto le cellule tumorali, preventivamente evidenziate e separate, senza danneggiare l’intero organismo come la chemio.

“La ricerca molecolare – spiega Danilo Rocco, oncologo polmonare dell’Azienda Ospedaliera napoletana ed uno dei più grandi esperti di immunoterapia al mondo – rappresenta un ulteriore grande passo avanti nella lotta al tumore al polmone e consente una lunga sopravvivenza e alta qualità di vita. I nuovi farmaci immuno-oncologici agiscono andando a bloccare i check-point immunitari e rendendo le cellule tumorali riconoscibili e attaccabili da parte delle difese immunitarie dell’organismo”.

Nonostante questi studi, però, le considerazioni del medico non sono delle più ottimistiche: Il fumo rimane il più importante rischio per il tumore al polmone, anche se c’è un aumento dell’incidenza della malattia nei non-fumatori. E la percentuale più alta dei tumori polmonari di nuova diagnosi – spiega Rocco – è rappresentata da malattie metastatiche o localmente avanzate, e quindi suscettibili di sola terapia contenitiva”.

Potrebbe anche interessarti