I Verdi su Monnezzopoli: “Torre del Greco si libera dalla politica marcia e corrotta”

Torre del Greco“Con la nomina del commissario prefettizio, Giacomo Barbato, chiude i battenti l’amministrazione dell’ ormai ex sindaco Ciro Borriello, con l’infamia dell’arresto del primo cittadino per in seguito all’inchiesta sui presunti fondi neri legati agli appalti per la raccolta dei rifiuti. Il comune di Torre del Greco si libera così dalla politica marcia e corrotta che l’ha soffocato negli ultimi anni.”

“Adesso serve un progetto politico serio per la sua rinascita che non può prescindere da un radicale cambiamento dei protagonisti di questa ultima consiliatura. I Verdi lavoreranno da subito per creare un centro d’ascolto che sappia raccogliere e orientare tutti i contributi che verranno dai cittadini onesti che vogliono cambiare in positivo il corso degli eventi della loro città.”

“Per dare la svolta necessaria occorrono energie nuove. Invitiamo i giovani, i professionisti, le associazioni, i commercianti e tutte le persone a cui stanno a cuore le sorti di Torre del Greco a diventare protagonisti di questa rinascita”. Lo hanno dichiarato Francesco Borrelli, consigliere regionale dei Verdi e Vincenzo Peretti, co-portavoce regionale del Sole che Ride.

Potrebbe anche interessarti