Festival del cinema di Venezia: un film napoletano contro i colossi americani

Il via il Festival del Cinema di Venezia: alla 57esima Biennale di Venezia si parla napoletano: Serena Rossi e Giampaolo Morelli sono protagonisti di “Ammore e Malavita”, film per la regia dei Manetti bros, tra le 21 pellicole internazionali in gara per il Leone d’Oro. E’ un musical in salsa partenopea, la risposta napoletana a La La Land, trionfatore agli ultimi Oscar, una commedia musicale destinata al successo, in uscita nelle sale il 5 ottobre.

Ciro (Giampaolo Morelli) è un killer di camorra insieme a Rosario (Raiz), lavorano per il boss Vincenzo (Carlo Buccirosso) e sua moglie donna Maria (Claudia Gerini) mentre Fatima (Serena Rossi) è un’infermiera: la giovane assiste ad un omicidio e finisce nel mirino dei camorristi. Ma Ciro se ne innamora e deve decidere se obbedire al boss o assecondare i suoi sentimenti. D’eccezione la lavorazione del film: coreografie di Luca Tommassini, colonna sonora di Raiz, nel cast anche Carlo Buccirosso, Claudia Gerini, Pino Mauro e Franco Ricciardi.

Ma alla Biennale c’è anche un’altra star napoletana: si tratta di Marco D’Amore, protagonista di Gomorra, che interpreta “Il Merda” nel film Brutti e Cattivi di Cosimo Gomez.

Potrebbe anche interessarti