Acerra, l’Arpac lancia l’allarme: un’altra discarica sta avvelenando i cittadini

Un’altra discarica che sta avvelenando i cittadini di Acerra. L’allarme è stato lanciato dall’Arpac. Esalazioni tossiche si stanno sprigionando in quello che sembrava una zona di terra totalmente innocua. Come riportato da Il Mediano, la discarica, situata in via primo maggio, a pochi passi da appartamenti e case residenziali, è lunga mezzo chilometro, larga 5 metri e profonda un metro e mezzo.

Nei prossimi giorni l’Arpac invierà al Comune di Acerra i risultati delle analisi effettuate. Come riportato da Il Mediano, i risultati di questi test (se ufficialmente confermati) sono gravi: si tratta di metalli pesanti, zinco, rame ed idrocarburi in quantità superiori di tre volte rispetto al limite di legge consentito. Ferro ed alluminio in quantità trecento volte più alte rispetto a quelle normalmente contenute in un terreno agricolo.

Gli incendi che hanno devastato la Campania durante questa lunga e calda estate hanno portato alla luce questo “mostro”. La discarica continua a fumare, e le nubi tossiche appestano l’aria. Durante gli incendi di questi mesi diverse persone hanno subìto danni alla propria salute: tosse, asma e dermatiti.

Potrebbe anche interessarti