Parrucchiere antiracket: “Il Comune mi ha aiutato? Non è vero”. Parte una raccolta fondi

Dopo la decisione di chiudere il suo negozio, Salvatore Castelluccio, parrucchiere napoletano antiracket, torna a parlare in un video pubblicato sul suo profilo Facebook. Salvatore risponde all’assessore Clemente, che ieri ha difeso l’operato del Comune, assicurando di aver abbandonato il 45enne: “Innanzitutto vorrei smentire che il sindaco mi ha dato una mano, perché dare un locale nella 167 o in una campagna non è dare una mano a una persona ma finirla di rovinare. Poi ha detto che mi ha tolto la tassa sui tributi, e nemmeno è vero perché mi è arrivata la tassa e ho anche la ricevuta delle tasse. Deve farmi vedere questo decreto”.

Poi il parrucchiere parla di un’iniziativa appena nata: una raccolta fondi che possa aiutarlo nel suo progetto di rifarsi una vita, grazie all’apertura di un nuovo negozio in provincia: “Voglio ringraziare Francesco Borrelli e Umberto De Gregorio, che stanno mettendo in atto un conto corrente per farmi realizzare il mio sogno di aprire questo negozio nuovo per fare i lavori”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più