Abbonati lasciati fuori al San Paolo: “Azione legale contro il Napoli, la ripicca del presidente”

Un rituale spezzato già nel prefiltraggio del settore Distinti. Per un abbonato di lungo corso, recarsi allo stadio per assistere ad una partita alle 15 rappresenta un tuffo nel passato che gli consente di pianificare la giornata come accadeva tempo fa.

Ma la brutta disavventura toccata al tifoso napoletano Enzo e a tanti altri lascia l’amaro in bocca per il trattamento che la società gli ha riservato. Nonostante fosse in possesso dell’abbonamento, gli è stato negato l’accesso allo stadio. La stessa sorte è capitata ad altri. Anche nel settore della Tribuna Posillipo sono accaduti episodi analoghi, salvo voi consentire l’ingresso a circa una cinquantina di tifosi. Nei Distinti, invece, Enzo ad altri nella medesima situazione sono rimasti fuori ai cancelli del San Paolo.

Il motivo inaspettato ha colto di sopresa i malcapitati che qualche mese fa hanno intrapreso un’azione legale nei confronti della SSC Napoli. Una class action con richiesta di risarcimento danni di circa 250 euro per lo svantaggio economico di coloro che avendo sottoscritto l’abbonamento si sono ritrovati a pagare di più rispetto ai compratori del biglietto singolo. Una situazione di cui se n’è parlato qualche tempo fa, ma non sufficientemente.

Enzo, tra i protagonisti del torto subito, ci racconta come sono andate le cose ieri: «E’ accaduto sia a me che ad altri abbonati, sia nei Distinti che in Tribuna Posillipo. Alla fine quelli della tribuna sono entrati, noi no. L’abbonamento risultava bloccato anche ai tornelli. Alcuni hanno ricevuto a casa una lettera di avvertimento, personalmente non mi è pervenuto alcuna comunicazione. Il motivo è da ricercarsi nell’articolo 3 del modulo di sottoscrizione della tessera dove era necessario dichiarare di non avere pendenze legali con la società, pena la possibilità di invalidare l’abbonamento. Io non l’ho neanche letto quel modulo, quindi si tratta formalmente di una dichiarazione mendace e su questo la società si riserva il diritto di ritirare la nuova sottoscrizione. Noi siamo stati penalizzati negli anni, pagando di più rispetto ai non abbonati, senza neanche usufruire di qualche vantaggio. E’ la tipica ripicca del presidente»

Potrebbe anche interessarti