Suor Orsola Benincasa, indagato il rettore d’Alessandro

Secondo quanto riportato da molti quotidiani locali e nazionali, il rettore della Suor Orsola Benincasa, Lucio D’Alessandro, risulterebbe indagato nell’ambito di un’inchiesta sul concorso per un posto di ricercatore.  L’ipotesi è quella di aver favorito un figlio dell’ex ministro Zecchino nell’assegnazione di un posto di ricercatore al Suor Orsola.

Attualmente né Ortensio Zecchino né il figlio Francesco risultano indagati. Per il rettore è avanzata l’ipotesi di concorso in abuso d’ufficio.

D’Alessandro ha tuttavia reagito alla notizia, sottolineando come – a suo avviso – tutti i comportamenti tenuti siano trasparenti. Questo quanto afferma in una nota:

“L’eco mediatica della notizia mi addolora e mi sorprende, tanto più che interviene in un momento in cui è forte il rischio che questa vicenda si confonda con fatti di natura profondamente diversa.

“Per quanto personalmente addolorato sono, però, assolutamente sereno circa la legittimità dei miei comportamenti e, soprattutto, nutro piena fiducia nel lavoro della magistratura. Tanto che avevo più volte ripetuto di volermi astenere da qualsiasi dichiarazione.

“Nella mia veste di Rettore sono convinto di aver tenuto sempre comportamenti legittimi e trasparenti. Resto convinto che la magistratura avrà modo di chiarire correttamente i termini di questa vicenda”.

LEGGI ANCHE
Suor Orsola Benincasa: la storia dell'università napoletana

Potrebbe anche interessarti