Miracolo a Pompei: si esprime il medico che aveva in cura la donna

"un forte calore ed un intenso profumo di fiori"L'inspiegabile guarigione di Michelina, la donna miracolata a Pompei

La storia della donna miracolata a Pompei si arricchisce di nuovi incredibili particolari. Michelina, oramai paralizzata da 11 anni da un’ictus che l’aveva costretta alla claudicazione e ad un’ipotonia e atrofizzazione muscolare dell’arto superiore, adesso sta bene. Cammina in completa autonomia e riesce a muovere senza problemi il braccio destro immobilizzato da oltre un decennio.

La 74enne ha gridato al miracolo fin da subito ma  si continua ugualmente a cercare un’altra ragione in grado di spiegare quanto accaduto.

Nella comunità scientifica in tanti provano a dare una spiegazione razionale al fatto, ma non Ennio Biondi, medico dell’Asl Napoli 3 Sud, che ha in cura la signora Michelina Comegna da venticinque anni. Secondo il medico non esistono motivazioni mediche in grado di giustificare un tale ribaltamento del quadro clinico.

LEGGI ANCHE
Prostituzione fuori al santuario di Pompei, piovono le denunce

«Il prodigio, se non lo si vuole chiamare miracolo, c’è stato» dice Biondi «La scienza non può spiegare un cambiamento di un quadro clinico compromesso per un’emiparesi completa al lato destro».

Potrebbe anche interessarti