“L’occhio dallo spazio” su Pompei forse si aprirà a settembre

"L'occhio dallo spazio" su Pompei forse si aprirà a settembre

Abbiamo già scritto in passato dell’accordo raggiunto tra il ministero dei Beni Culturali e Finmeccanica (clicca qui per leggere l’articolo) per salvaguardare il sito archeologico di Pompei, si iniziano cosi a delineare le linee guida dell’azione che l’accordo dovrà produrre.

Tre sono le priorità di intervento sul sito archeologico: i rischi da dissesto idreogeologico, la gestione operativa del complesso e la diagnosi dei manufatti e delle strutture.

La società Telespazio interverrà monitorando, ad intervalli regolari, attraverso il satellite i movimenti del terreno nell’area pompeiana in modo tale da controllare anche i minuscoli spostamenti degli edifici all’interno dell’area controllata. L’occhio dallo spazio si dovrebbe aprire tra settembre e dicembre del 2014 e prevede anche un software che permetterà agli addetti alla sorveglianza di comunicare direttamente ed intervenire in tempi più rapidi

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più