Loading...

Gaiola, area marina più amata d’Italia: ha una “stanza in fondo al mare” per i visitatori

Il 4 ottobre ci sarà la premiazione dell’Area marina protetta Parco sommerso di Gaiola, che è risultata l’ “Area marina protetta più amata d’Italia”.

La cerimonia si svolgerà nei fondali del parco archeologico dalle ore 10.00 dove verrà presentata al pubblico anche la nuova tecnologia sperimentale live 3D, sviluppata dal Centro studi interdisciplinari Gaiola, nell’ambito del Progetto Sommergiamoci.

La “Stanza in fondo al mare”, così è stata ribattezzata la sala multimediale del centro ricerca, consente di osservare le immagini trasmesse in diretta video e audio da biologi e archeologi in immersione, interagendo con loro, come se fossero sott’acqua.

Ma come funziona? Il segnale, trasmesso dal subacqueo, viaggia via cavo in superficie dove c’è una boa e un trasmettitore che invia il segnale wireless a terra. Attraverso il portale Sommergiamoci, sarà possibile trasmettere le immagini in presa diretta anche sul web, nelle aule scolastiche ed universitarie.

I giovani partecipanti al progetto potranno seguire le riprese e osservare i fondali del Parco, ponendo domande e guidando il subacqueo in immersione verso luoghi di interesse. Durante l’immersione virtuale i ragazzi saranno seguiti da un biologo e un archeologo in aula.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più