Strage Las Vegas, il console napoletano: “Non risultano italiani tra le vittime”

Almeno 58 morti e più di 500 feriti. E’ tragico bilancio, ancora provvisorio, della sparatoria verificatasi a Las Vegas, nei pressi del Mandalay Bay Resort & Hotel, uno dei casinò della città statunitense, durante un concerto country. Il killer, trovato morto dalle forze dell’ordine, è stato identificato come Stephen Paddock.

Qualche ora dopo l’attacco c’è stata la rivendicazione dell’Isis, circostanza però smentita dall’amministrazione statunitense. E’ stato uno degli attentati più sanguinosi della storia degli Stati Uniti, dove si è riaperto il dibattito sull’utilizzo delle armi.

Il console generale, il napoletano Antonio Verde, è impegnato a Las Vegas. Al Mattino ha raccontato la situazione di queste convulse ore: “Stiamo monitorando la situazione di Las Vegas in contatto con le autorità locali. Al momento la situazione è abbastanza confusa. Non ci risultano vittime italiane, ma i controlli sono tutt’ora in atto”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più