Video. “Lettere a mia figlia”, miglior corto al Giffoni: è stato girato a Napoli

Lettere a mia famiglia è uno struggente cortrometaggio firmato dal regista Giuseppe Alessio Nuzzo e anche autore del libro da cui è tratto la storia.

Il Film è incentrato sul tema dell’Alzheimer, focalizzando l’attenzione su un uomo, marito e padre, interpretato da Leo Gullotta, che descrive parola dopo parola e con l’ausilio di carta e penna, le impervie e le complessità di una malattia che nel suo evolvere, ti toglie quello che di più bello esiste: la memoria e i ricordi.

Con una profondità rilevante, il regista ha raccontato di aver voluto trattare il tema con estrema delicatezza e al tempo stesso veridicità, facendo trasparire e mettendo in luce la dignità umana, al punto che è ricorso anche al supporto e all’aiuto di molti esperti in materia. Un lavoro certosino, che ha riscosso grande successo anche al Giffoni Film Festival, premiato come miglior corto oltre ad essere candidato anche al David di Donatello.

Il Film è stato girato a Napoli e provincia e anche lo stesso protagonista, Leo Gullotta, con la sua egregia interpretazione, ha voluto sottolineare come questa tremenda malattia influisca e condizioni anche la vita degli stessi familiari, consapevoli e testimoni di un’involuzione fisica e mentale di un componente della famiglia, che è doloroso per tutti.

Ecco il trailer ufficiale:

[youtube]watch?v=rtoh92yzGlo[/youtube]

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più