Qualità della vita: Napoli quasi ultima, ma è più sicura di Milano. I DATI

Lungomare-di-NapoliTorna anche quest’anno la classifica de “Il Sole 24 Ore” sulla qualità della vita nelle maggiori province italiane. Anche per questa edizione sono stati analizzati 110 territori in cui sono state prese in considerazione 6 macro-aree: ricchezza e consumi, servizi e ambiente, lavoro e innovazione, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero, demografia e società.

Come sempre, i parametri scelti per stilare la classifica condannano Napoli, la Campania e gran parte del Sud agli ultimi posti nelle categorie della ricchezza e del lavoro e questo influisce inevitabilmente sul punteggio finale dove il Mezzogiorno vince puntualmente in negativo.

Come potrete notare, Napoli si conferma al 107esimo posto, Caserta è ultima al 110. Andando ad analizzare le varie aree, è significativo segnalare la risalita della città partenopea nella sezione dedicata alla sicurezza. Napoli, infatti, guadagna 14 posizioni e scavalca le due grandi metropoli, Milano e Roma, e anche Bologna, Firenze e Bari, piazzandosi al 96esimo posto.

Ancora una volta, a Napoli e al Sud la qualità della vita è considerata insufficiente. Nei numeri qualche piccolo passo in avanti c’è, ma l’Italia è ancora divisa in due.

Potrebbe anche interessarti