I superfood, un toccasana per la salute: quali sono e a cosa servono

Spesso ci troviamo di fronte a problemi di linea, specialmente dopo le feste e siamo costretti a correggere l’alimentazione per perdere qualche chilo. Possono venire in aiuto i superfood o super alimenti. Sono chiamati così perchè concentrano naturalmente importanti nutrienti. Si pensa che grazie ai loro principi naturali apportino beneficio al metabolismo.

Tuttavia, perchè funzionino, è necessario affiancarli alla normale dieta alimentare. La dieta che ognuno di noi segue non è mai perfetta, anzi vivendo in zone urbane ed in una società fortemente industrializzata è difficile non fare uso di additivi, zuccheri sintetici ed aromi. Inoltre per chi ha la cattiva abitudine di fare uso di alcol, caffeina e fumo, accostare dei super alimenti è essenziale. Vediamone alcuni:

Barbabietola rossa

La barbabietola rossa (Beta vulgaris) è una pianta da orto ed è molto studiata per le sue proprietà benefiche. E’ ricca di zuccheri, vitamine e sali minerali. Una sua importante proprietà è quella di potenziare le cellule nell’eliminare le tossine. Favorisce la digestione, stimola la produzione di bile e rafforza la mucosa gastrica. Stimola la produzione di globuli rossi, infatti è consigliata per chi soffre di anemia, stimola il sistema linfatico implicato nella difesa da parte di agenti patogeni esterni. Il suo succo è particolarmente ricco di nitrati ed è in grado di potenziare il rendimento muscolare in maniera naturale.

Mirtillo

Il mirtillo è una bacca che solitamente viene usata per guarnire i dolci, ma in realtà ci aiuta nella difesa da malattie di vario genere. Il mirtillo contiene le antocianine, utili per la circolazione sanguigna, infatti spesso esso è usato nei farmaci per problemi di fragilità capillare. Inoltre sono importanti per la vista, e agiscono contro il diabete. Alcuni studi hanno messo in evidenza come queste bacche possano aumentare la memoria, rendere più facile l’apprendimento e le funzioni cognitive.

Bacche di goji 

Le bacche di Goji provengono dalle piante della famiglia Solanaceae, hanno un colore rosso acceso e una forma allungata. Questo frutto contiene sostanze potenzialmente utili all’organismo e si pensa possano essere in grado di potenziare le capacità antiossidanti dell’organismo. Si può consumare sia fresca, che essiccata. Tuttavia sono in corso studi per scoprire altre interessanti proprietà di questa bacca poichè non si sa ancora molto sul suo conto.

Radice di maca

La maca è un po’ più rara da trovare, è un’erba proveniente dal Perù e dalla Bolivia. E’ coltivata per la sua radice commestibile che ha delle proprietà positive sull’organismo. Influenza positivamente la libido senza modificare la quantità di testosterone circolante. Migliora il tenore nutrizionale della dieta e supporta il vigore fisico. La radice infatti, contiene carboidrati, proteine ed un’ampia gamma di vitamine.

Avocado

L’avocado  è un frutto con varie proprietà. E’ ricco di Beta carotene e di glutatione e contiene alte quantità di potassio. Protegge dai raggi solari ed il suo olio può essere utilizzato per proteggere la pelle.

Semi di Quinoa 

I semi di quinoa provengono dalla pianta Chenopodium quinoa della stessa famiglia degli spinaci e delle barbabietole. Essi vengono sottoposti a macinazione e si ottiene una farina ricca di amido che presenta un alto contenuto proteico e non contiene glutine. I semi di quinoa contengono betaina, un composto chimico che difende il corpo dallo stress ossidativo e che ha la capacità di disintossicare il fegato. Non contenendo glutine sono indicati per i celiaci.

Semi di canapa 

Il seme di canapa in passato veniva usato in molte cucine orientali. Fornisce all’uomo un altissimo nutrimento, ha una composizione proteica unica nel mondo vegetale. I semi contengono globuline, edestine ed albumina importanti per la produzione di amminoacidi. Può essere usato nelle insalate o altre ricette. Possono anche essere macinati ottenendo una farina chiamata gruel che può essere usata nel latte somigliando così ad una crema di avena e grano.

Natto

Il natto, è un alimento giapponese prodotto attraverso la fermentazione dei fagioli di soia. E’ un alimento ricco di proteine e di vitamine B12 e vitamine K2 ed ha notevoli proprietà circa la riduzione del colesterolo. La fermentazione avviene grazie al bacillus subtilis che trasforma le potenzialità nutrizionali del fagiolo di soia. Il natto ha un aspetto colloso, non molto invitante ed un sapore molto forte. Ha un’alta percentuale di calcio ed è ricco di magnesio, potassio, zinco e fosforo. E’ un alimento che porta beneficio all’intestino e avendo un alto contenuto di minerali e vitamine è un vero toccasana per il metabolismo.

FONTI

“Mirtillo, supercibo per tutti”- National geographic

“Che cosa c’è di vero nei superfood?”- focus

Potrebbe anche interessarti