Museo Navigante a Napoli, arriva la goletta Oloferne: fu costruita da un campano

Parte oggi 9 gennaio 2018 da Cesenatico il Museo Navigante, un’iniziativa promossa dall’Associazione Musei Marittimi del Mediterraneo, Mu.MA-Galata di Genova, Museo della Marineria di Cesenatico e dall’associazione La Nave di Carta della Spezia. A bordo della storica goletta Oloferne si potrà ammirare questa mostra itinerante che prevede anche dei laboratori didattici per i più piccoli.

Il Museo farà tappa anche a Napoli, in tutto 25 tappe, tre mesi di viaggio e 1800 miglia nautiche. Un viaggio lungo tutta la penisola, che dalla Liguria arriverà in Sicilia per poi tornare ad Imperia: Chioggia, Trieste, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Martinsicuro/Giulianova, Pescara, Bisceglie, Molfetta, Otranto, Tricase, Gallipoli, Crotone, Siracusa, Pioppi, Napoli, Procida, Civitavecchia, Gaeta, Livorno, Viareggio, La Spezia, Chiavari, Genova, Imperia.

La goletta Oloferne è una barca da lavoro costruita nel 1944 dal maestro d’ascia Nicola Russo, originario di Castellammare di Stabia ma trasferitosi poi in Sicilia. Nel cantiere Russo vengono costruite tre imbarcazioni destinate al trasporto merci, tra queste la Oloferne. Negli anni Sessanta la nave è trasformata in barca da diporto da un professionista palermitano.

Alla fine degli anni Sessanta cambia nuovamente utilizzo grazie ad un comandante de La Spezia che la porta del golfo dei Poeti trasformandola in diversi modi: brevi crociere turistiche, abilitazione galleggiante e perfino set cinematografico. Viene girata, infatti, qualche scena de “Il conte di Montecristo” di David Greene.

La Oloferne viene poi acquistata da Albino Buticchi, presidente del Milan per tre anni e imprenditore del petrolio che la utilizza come barca da crociera. Tra il 1995 e il 1996 viene utilizzata dal WWF per il monitoraggio dell’ambiente marino e delle coste italiane. Alla fine degli anni Novanta il Museo della Scienza e della tecnologia di Milano la individua come possibile barca-scuola e ne affida la gestione alla Nave di Carta.

Dal 1998 ad oggi tantissime persone hanno navigato sulla Oloferne. All’iniziativa Museo Navigante hanno aderito ben 70 musei del mare e della marineria d’Italia. Il viaggio della goletta si concluderà a fine marzo 2018 in Francia, a Sète, al Festival del Mare, a cadenza biennale, Escale à Sète, il più importante evento di tradizioni marinare del Mediterraneo dove la goletta Oloferne sarà ospite in rappresentanza dei musei italiani.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.museonavigante.it

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più