Osservatorio astronomico, nuovo direttore: è la prima donna in 211 anni di attività

Osservatorio astronomico

L’annuncio è ufficiale da poche ore, la nuova direttrice dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte è Marcella Marconi, prima donna in 211 anni di vita della struttura a ricoprire questo incarico.

Un amore a prima vista quello della Marconi per il mondo delle stelle, nato quando era bambina e realizzatosi nel 2000 quando prese servizio nell’Osservatorio napoletano. Toscana di nascita sostituirà da martedì Massimo Della Valle e in una lunga intervista rilasciata a Repubblica.it ha raccontato di esserne molto contenta: “Un onore per me – afferma – Ho ottenuto questo incarico nel centro astronomico più antico d’Italia, nella città che amo. Il mio obiettivo è lasciare un segno. Portare un po’ di Napoli nei progetti dei nuovi telescopi in costruzione in Cile e, perché no? Anche su Marte nel 2020“.

Uno dei primi impegni della Marconi sarà: “Mantenere alto il prestigio internazionale dell’Osservatorio. E per raggiungerlo, vanno fatte ricerca e formazione. Ho intenzione di rafforzare quindi i rapporti con le università e di creare una convenzione con la Federico II. Cercherò di dare più possibilità agli studenti campani di lavorare qui“.

Siamo un’equipe di 40 scienziati – continua – e quello di Napoli è un caso unico in Italia di osservatorio impiegato su molte linee: dalla fisica solare ai pianeti extra solari, fino all’evoluzione stellare, all’esplorazione di Marte e costruzione di telescopi“.

Un precedente direttore dell’Osservatorio, Luigi Colangeli, ha collaborato con Francesca Esposito alla prima missione ExoMars, dell’Agenzia spaziale europea. Il loro scopo era quello di creare uno strumento in grado di misurare le caratteristiche atmosferiche del pianeta rosso. Purtroppo la sonda andò distrutta nel 2016, nell’impatto con la superficie marziana in fase di atterraggio, ma nel 2020 ci sarà ExoMars2, sempre con guida napoletana“, ha concluso la direttrice.

Potrebbe anche interessarti