Napoli. Violini al posto dei coltelli: “La nostra baby gang non spara, colpisce al cuore”

Foto di Enzo De Paola

In questo clima di preoccupazione per i ragazzi di Napoli che scelgono la strada della criminalità, dove ci sono 14enni che sembrano normali ma nascondono una “passione” per i boss di camorra e madri che difendono i figli facendo finta che i loro siano bravi ragazzi, c’è poi la parte bella di Napoli, quella che fa sperare in un futuro migliore.

C’è una foto che sta circolando sul web pubblicata da Enzo De Paola, presidente dell’Orchestra sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli, che mostra un gruppo di ragazzi che tra le mani non hanno coltelli o pistole ma bellissimi strumenti musicali e provengono dalla stessa zona di Napoli delle baby gang che terrorizzano le strade partenopee. È la risposta ad un’altra foto che è circolata qualche giorno fa che ritraeva bambini di 10 anni impugnare pistole e coltelli.

Con queste parole commenta De Paola la foto postata sul suo profilo facebook: “La nostra baby gang non spara, ma colpisce al cuore”. Stupisce e rende felici tutti vedere ragazzini tra i 10 e i 12 anni che seguono una passione diversa da quella che si vede in Gomorra, diversa da quella che ultimamente siamo soliti vedere sui giornali e in tv.

È una foto che riempie il cuore tutti perchè dimostra che quei ragazzi possono essere salvati dalle strade e possono crearsi un futuro migliore di quello violento e brutale da cui spesso sono affascinati.

Potrebbe anche interessarti