Napoli, degrado al Parco della Marinella: “Compro la droga con i 5 euro di mamma”

Napoli – Solo qualche giorno fa era arrivata finalmente la notizia di un accordo per ristrutturare e riqualificare il Parco della Marinella, da anni abbandonato e nel degrado più assoluto. Una discarica di rifiuti speciali e luogo frequentato da tossicodipendenti è quello emerso in un servizio di “Striscia La Notizia” fatto da Luca Abete. Prima era una baraccopoli, poi è diventata discarica di rifiuti, nonostante le segnalazioni dello stesso programma televisivo.

A distanza di anni però la situazione non sembra essere cambiata. L’amministrazione comunale ha eretto una enorme palizzata che da un lato nasconde il degrado dall’altro “permette ai malintenzionati di operare in completa tranquillità” come fa notare l’inviato di Striscia.

Quelli di Striscia sono andati oltre la palizzata e hanno scoperto cose raccapriccianti. Il Parco è frequentato da diverse persone che si aggirano tra i rifiuti: dalle quelle disperate che si sono create una specie di “casa” fino ai tossicodipendenti che si drogano in qualsiasi modo. Tutto ciò, fa notare Abete, succede sotto l’occhio delle telecamere di sorveglianza della Prefettura di Napoli che si trova a pochi passi.

Viene poi intervistato Nicola Di Frenna, del Comitato dei Cittadini di via Vespucci-Parco Marinella, che spiega che ormai è diventata una situazione insostenibile, tutti i giorni sono costretti ad assistere a scene di degrado e denuncia inoltre la mancanza di controllo.

Luca Abete riesce a parlare proprio con un uomo che si è appena drogato e ci si rende conto della situazione grave in cui versano queste persone che frequentano il Parco.

ECCO IL VIDEO:

 

Potrebbe anche interessarti