14enne vittima di bullismo: “Mi chiamavano quattrocchi, volevo farla finita”

Claudia (nome di fantasia), è una ragazza napoletana di 14 anni. Porta gli occhiali sin da piccola a causa di una grave miopia.

Al corrieredelmezzogiorno ha raccontato la sua storia, un inferno il suo, quello del bullismo: “Non ero brava a difendermi“, dice.

Un giorno in classe alle elementari Claudia vide girare un biglietto tra i banchi: “Quattrocchi lalli” e lei raffigurata in modo ridicolo. Le offese continuarono anche alle scuole medie ed oggi ha trovato il coraggio di confidare tutto ai volontari dell’associazione «Etesia» che in alcune scuole napoletane lavora contro il bullismo.

Una volta mi sono procurata da sola una lesione, – ha raccontato – mi sono tagliata, ma mia madre se ne accorse e non lo feci più“. “Ho anche pensato al suicidio in ogni momento della mia vita, per fortuna non l’ho fatto ma nemmeno io so il perché…“, ha continuato.

Ora lancia un appello ai suoi coetanei: “Ai ragazzi e alle ragazze che subiscono dico credete di più in voi stessi, siate forti, non lasciate che gli altri decidano per voi. Soprattutto, non abbiate paura di parlare e di chiedere aiuto. Non vergognatevi, parlate con i vostri genitori e con gli amici che vi ascoltano“.

Potrebbe anche interessarti