Prof accoltellata, parla il 17enne: “Volevo solo farle un graffio. Se devo pagare…”

coltello

Ieri uno studente di Acerra ha ferito con un coltello il viso di un’insegnante che lo voleva interrogare. Il ragazzo, che attualmente si trova al Centro di Accoglienza per i Minori dei Colli Ameni in stato di fermo per lesioni aggravate e porto illegale di oggetti atti ad offendere, è pronto a pagare per quanto fatto. “Ormai l’ho fatto, quindi se devo pagare pago ma le volevo fare solo un graffio”. Parole che suonano come una giustificazione che non ha né capo né coda.

La prof sfregiata in viso dallo studente ha rilasciato una serie di dichiarazioni questa mattina. Non è in pericolo di vita. La paura è stata tanta anche perché nessuno mai si sarebbe aspettato un gesto simile, che ha lasciato basiti tutti i compagni di classe. La dinamica è ormai chiara: l’aggressione è scattata a seguito di un’interrogazione non gradita.

“Non avevo studiato e non volevo farmi interrogare. Mi voleva mettere una nota, ho perso la testa…“. Il gesto folle che ha scaturito il ferimento della docente potrebbe avere a che fare con uno stato inquieto che attraversa il ragazzo: la nonna, a cui il giovane è particolarmente legato, è in ospedale da circa 1 mese. Tuttavia questo atroce gesto va assolutamente condannato e non c’è alcuna giustificazione.

Potrebbe anche interessarti