La musica per combattere la criminalità: nasce a Forcella la Baby song

Nasce a Napoli, nel rione Forcella, la Baby song. Saranno consegnati domani 20 strumenti musicali, raccolti dai  “Laboratori Musicali Annalisa Durante”, in favore dei ragazzi di Forcella. I Laboratori Musicali sono promossi dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli con l’Associazione “Annalisa Durante”, in partenariato con “I Ragazzi di Scampia – Aurora Musicale”, “Zonta International Club Napoli” e l'”Istituto Comprensivo Adelaide Ristori”.

Ai laboratori partecipano attualmente 60 ragazzi, di età compresa tra 7 e 16 anni, seguiti da 9 docenti professionisti che hanno aderito al progetto a titolo completamente gratuito. La musica come strumento per combattere ogni forma di violenza e criminalità, anche in un quartiere complicato come quello di Forcella. In sintesi, questa, l’idea dell’Assessore alla Cultura e al Turismo di Napoli, Nino Daniele, che spiega come è nata questa iniziativa.

Abbiamo messo a disposizione di questa iniziativa i locali di Piazza Forcella e la Sagrestia del Complesso monumentale di San Severo al Pendino perché crediamo che la musica possa contribuire ulteriormente a promuovere la cultura e i sani valori presso i ragazzi di questo rione, contro il rischio di ogni devianza e violenza: un percorso che stiamo realizzando da anni insieme all’Associazione Annalisa Durante e alle altre Associazioni che operano a Forcella“.

Gli strumenti musicali saranno donati da Vincenzo Varriale e Nicola Cavallo, organizzatori della kermesse “BaccalàRe”. Con l’assessore Daniele e le Associazioni promotrici saranno presenti alla cerimonia coloro che hanno effettuato nei mesi scorsi la donazione dei primi strumenti: l’artista Carlo Faiello, l’imprenditore Marco Napolitano della ditta di pianoforti e Paola Silvi di Legambiente. A sottolineare l’elevato valore educativo dell’iniziativa sono stati invitati a partecipare anche i vertici del Conservatorio di San Pietro a Maiella Antonio Palma e Carmine Santaniello e la sovrintendente del Teatro San Carlo di Napoli Rosanna Purchia.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più