Rinnovo patenti a Napoli: 7 medici indagati per visite non dichiarate

A seguito di controlli a campione svolti dalla Guardia di Finanza nel vortice dell’evasione fiscale sono finiti i medici specialmente quelli impegnati nell’attestare l’idoneità psico-fisica per ottenere il rinnovo della patente. I suddetti sono medici di base e medici militari in pensione.

La guardia di finanza per scovare gli evasori ha effettuato dei controlli incrociati svolgendo indagini sugli attestati informatici delle richieste, registrate negli uffici della Motorizzazione civile, i certificati rilasciati dai medici e le loro dichiarazioni dei redditi dal 2015 al 2016. Sono sette i presunti evasori fiscali, uno residente ad Ischia e altri 6 a Napoli.

Come rende noto il mattino.it, il numero di visite effettuate è impressionante, circa 55 al giorno e per ora i controlli sono limitati alle evasioni fiscali. Nel corso degli accertamenti è anche emerso che molte delle visite non venivano inserite nelle dichiarazioni dei redditi, eppure erano tracciate perchè inserite nei database informatici. Quest’operazione è obbligatoria per legge poichè la motorizzazione civile deve tener conto di tali certificazioni.

Tre medici hanno ammesso di non aver inserito determinate cifre nella dichiarazione dei redditi ed hanno provveduto a sanare il debito all’Agenzia delle entrate pagando anche una sanzione. Gli altri 4 si sono opposti e la situazione rischia di arrivare alle commissioni tributarie.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più