Sicurezza a Napoli, il questore De Iesu: “Le persone vogliono più agenti in strada”

polizia

Sempre più impegno e collaborazione per la sicurezza a Napoli. Questo è quello che si augura il questore partenopeo Antonio De Iesu, intervenuto all’ottavo congresso provinciale del sindacato di Polizia Siulp. La sicurezza è “un bene prezioso” e deve essere “partecipata” ed è quindi necessario che si porti “avanti questo lavoro di sinergia – ha affermato – con le forze di polizia“.

De Iesu, come riportato dall’Ansa, ha ricordato anche la nuova app promossa dal Comune di Napoli: You pol, l’applicazione Ios e Android. Tale strumento innovativo “consente ai ragazzi che hanno partecipato alle manifestazioni per la sicurezza di fare qualcosa in più, in forma anonima, segnalando fatti, situazioni critiche e aiutarci a trovare gli autori“.

LEGGI ANCHE
Navigare rischia lo stop della Soprintendenza: "Napoli perde 20 milioni di euro"

De Iesu, infine, ritiene che per lavorare bene per la sicurezza c’è bisogno di “meno cemento e più macchine“. “Il cemento – precisa – è una struttura che assorbe uomini, privando il territorio di uomini, servono più macchine in strada perché le persone vogliono vedere agenti, divise, sequestro di motorini, agenti che riescono in maniera capillare a controllare il territorio“.

Potrebbe anche interessarti