Carro razzista di Formello, lettera al sindaco: “Annullate il premio e chiedete scusa”

Si è tenuto domenica 11 febbraio 2018 il Carnevale a Formello, località della città metropolitana di Roma con la sfilata di carri allegorici. Sono stati premiati i tre carri più belli e ha vinto un carro chiamato “Il Vesuvio” ispirato al problema dei rifiuti a Napoli.

Ma scatta subito la polemica da parte di Gennaro de Crescenzo, presidente dei Neoborbonici che scrive una lettera al sindaco di Formello. La pubblica poi in un post su Facebook dove traspare tutta la sua indignazione per la questione Carro/spazzatura.

A FORMELLO (PURE LE “PULCI” HANNO LA TOSSE… “RAZZISTA”) UN CARRO DI CARNEVALE DEDICATO A NAPOLI, AI RIFIUTI E AI TOPI… RICHIESTA (CON PEC AL SINDACO) LA CANCELLAZIONE DEL FINANZIAMENTO E DEL PREMIO.” Questo è il titolo scelto.

Alla c.a. del sig. sindaco di Formello (Roma) e, per conoscenza, dell’Associazione Fordeporta.

OGGETTO: Annullamento del finanziamento all’Associazione Fordeporta e scuse formali. Gentile sig. sindaco, centinaia di persone hanno contattato le nostre associazioni segnalandoci la manifestazione “Carnevale formellese 2018” dopo l’allestimento di un carro allegorico dedicato al Vesuvio e a Napoli.” Riferendosi al premio ricevuto al carnevale formellese.

Il carro “prendeva spunto dall’emergenza rifiuti a Napoli, con sacchi di immondizia, topi, spazzini, Pulcinella, San Gennaro e Vesuvio di sfondo”. Il carro è risultato vincitore ed è stato premiato con 1000 euro “per l’originalità e l’attualità del tema”.

Continua poi con una serie di punti:Premesso che la manifestazione in oggetto è stata seguita da poche centinaia di persone, risulta evidente:

1) la pretestuosità del carro e delle motivazioni per il premio (l’emergenza-rifiuti a Napoli -altro che “attualità”- è stata abbondantemente superata ed è vecchia di circa 10 anni);

2) l’offesa rivolta in maniera del tutto immotivata a Napoli e ai Napoletani (non risulta alcun tipo di rapporto tra la nostra trimillenaria città, antica Capitale di un grande Regno e la vostra piccola entità comunale)“.

Dopo l’elenco puntato continua con la richiesta: “Si tratta di una scelta ai limiti della discriminazione e del razzismo ma sicuramente priva di ironia, diffamatoria e carica di luoghi comuni beceri e molto simili a quelli degli stadi (in testa quello della Lazio, di casa proprio a Formello). Vi richiediamo, pertanto, oltre alle dovute scuse della vostra amministrazione comunale coinvolta forse inconsapevolmente in queste polemiche, l’annullamento del finanziamento all’Associazione Fordeporta, curatrice della manifestazione e del premio al centro della questione. Cortesi saluti. Prof. Gennaro De Crescenzo, presidente Ass. Cult. Neoborbonica, Napoli”

Una lettera chiara e limpida dove traspare l’offesa ricevuta. Ma c’è da precisare che il carro di Napoli è stato premiato non perché offensivo, ma per l’originalità e l’attualità del tema. Eppure l’emergenza rifiuti Napoli e la Campania l’hanno superata tempo fa, tanto da indurre il presidente de Crescenzo a chiedere l’annullamento del premio. 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più