Burian, cos’è e perché ha portato la neve anche a Napoli

Napoli, 26 febbraio 2018. Foto di anna pratillo, Instagram

Buran (italianizzato erroneamente in Burian) è un vento di aria gelida, caratteristico delle steppe della pianura sarmatica, a ovest degli Urali. È spesso accompagnato da bufere di neve congelata in cui i fiocchi caduti a terra vengono sollevati di nuovo azzerando la visibilità e spesso l’umidità forma la cosiddetta polvere di diamante.

Nella steppa Russa il Buran è accompagnato da fitte nevicate e con raffiche che oltrepassano i 100 Km/h con temperature spesso inferiori ai -20°C. 

In Italia ed in Europa il Buran giunge raramente quando sul comparto Russo-Scandinavo si genera un robusto anticiclone termico Russo-Siberiano e sul Mediterraneo è presente una depressione chiusa che richiama correnti da Nord-Est. In Italia gli eventi di Buran più rilevanti sono stati quelli di febbraio 1929, gennaio e febbraio 1947, febbraio 1956, gennaio 1963, gennaio 1979, marzo 1987 e dicembre 1996, con freddo intenso e nevicate record.

Fonti:

Ritratto del Buran, su centrometeoitaliano.it.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più