Napoli-Genoa: Albiol “di testa” porta gli azzurri a -2 dalla Juventus. Video goal

Suda il Napoli contro un Genoa strepitoso, forse la migliore versione rossoblu vista fino ad oggi, ma raggiunge l’obiettivo prefissato: vincere. Grazie alla testa di Albiol, gli azzurri accorciano le distanze dalla Juve portandosi a meno due dalla capolista bianconera. Finalmente contro i fratelli genoani è uscito il vero Napoli, non quello spompato e affaticato delle ultime due gare disputate. Ma un Napoli determinato, instancabile e soprattutto paziente capace di incassare i colpi ma di reagire in maniera altrettanto efficace e efficiente. Complimenti anche al Genoa che ha saputo mettere in diverse occasioni in difficoltà gli azzurri. Ma la posta in gioco era troppo alto. E adesso si ricomincia da un “meno due”, che riaccende…tutto.

PARTITA: Con un pizzico di aggressività in più è la partenza del Genoa, che subito verticalizza verso l’aera azzurra. Ma dopo una breve fase di appannaggio il Napoli riprende le redini della partita, alternando fase difensiva a timidi accenni offensivi per merito di un Genoa determinato e concentrato che lascia davvero poco spazio alla squadra di Sarri. Al 10′ Lazonic trova un varco liberissimo e con facilità penetra nella difesa azzurra porosa e scomposta ma colpisce la rete esterna. Subito si apre lo spettacolo di occasioni sprecate: Bertolacci con una parabola velenosa ma neutralizzata dalla traversa e subito dopo Mertens che in posizione angolatissima taglia in diagonale la rete, sfiorando il palo. Il Genoa alza un muro e aggredisce in maniera fallosa, regalando al Napoli un calcio di punizione al 19′ che Jorginho calibra bene, ma Perin con i pugni allontana. Al 19′ termina anche la partita per Hamsik che lamenta un risentimento fisico, così Sarri manda subito Zielinski in sostituzione al capitano. Al 33′ su calcio d’angolo il Genoa sfiora il goal grazie allo stacco di testa perfetto di Spolli, ma troppo angolato. Clamoroso Allan al 39′ che sotto rete calcia malissimo perchè trattenuto in area e manda alto sulla traversa. L’arbitro decide di non rivedere in moviola l’azione. Al 43′ ultima occasione del tempo per il Napoli con Callejon che su calcio d’angolo trova la testa di Insigne, ma la palla sbatte sul palo interno.

Anche nel secondo tempo sono sempre i rossoblu a dare un’impronta più decisa alla gara. Ma il Napoli non resta a guardare, anzi non sono pochi i tentativi azzurri di inserimento nella efficace e compatta linea difensiva avversaria. Al 5′ Mertens ha una genialata delle sue e su assist di Zielinski punta forte l’angolo basso della rete. Ma succede qualcosa di davvero clamoroso: la palla prende il palo interno e sfidando ogni legge fisica attraversa l’intera linea della porta e finisce fuori dai pali. Al 20′ Taarabt poco prima subentrato a Lazovic tenta un tiro forte e rasoterra che Reina riesce a parare non con poche difficoltà. Finalmente al 26′ Albiol sblocca la partita con un goal di testa su assist di Callejon da un’azione di calcio d’angolo. Il Napoli è galvanizzato, crea tanto. Ma al 41′ Insigne ha tra i piedi il pallone del raddoppio, ma il difensore avversario con un colpo di punta sporca la perfetta traiettoria della palla.

TABELLINO

NAPOLI-GENOA: 1-0

SOSTITUZIONI: Zielinski 19′ (Hamsik out), Taarabt 16′ s.t (Lazovic out), Rigoni 21′ s.t (Pandev out), Rossi 32′ s.t (Rosi out) Milik 36′ s.t (Mertens out), Rog 29′ s.t (Callejon out)

MARCATORI: Albiol (26′ s.t.)

AMMONITI: Rosi (31′ s.t)

[youtube]watch?v=77sH84ujPJ8[/youtube]

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più