Laura Boldrini: “A Napoli una Chernobyl premeditata”

rifiuti tossici

Continua a suscitare scandalo ed incredulità la questione ambientale campana. Ettari ed ettari di territorio completamente devastati da rifiuti tossici che, nel corso degli anni, hanno oramai intossicato perfino le falde acquifere.

L’inquinamento di una fetta di territorio, a nord di Napoli nell’area del Giuglianese, è «un fatto imperdonabile, una sorta di Chernobyl premeditata». Lo ha detto il presidente della Camera Laura Boldrini a Pollica. «Si tratta – ha aggiunto – di un crimine contro quella popolazione» i cui responsabili devono essere individuati.

«In Italia troppo spesso si è messo il segreto per nascondere situazioni che non erano proprio nell’interesse dei cittadini» ha detto il presidente della Camera sulla richiesta giunta nei giorni scorsi di desecretare le dichiarazioni del pentito di camorra Carmine Schiavone sul traffico illecito di rifiuti nocivi in alcune aree della Campania.

Boldrini ha detto che è stata aperta l’istruttoria e l’incarico è stato affidato al vicepresidente Sereni. «Ci sono però due esigenze – ha aggiunto – quella di dare risposte ai cittadini ma anche quella di non interferire nel lavoro della magistratura».

Fonte. Ilmattino.it

Potrebbe anche interessarti