“NO al Debito Ingiusto”: in Piazza per difendere Napoli dal debito del terremoto

“La Corte dei Conti ha riconosciuto la correttezza del nostro operato, l’unico debito che ci viene piombato sulla testa è il Cr8”, annuncia così la notizia il sindaco Luigi De Magistris che proprio non ne vuole sapere degli 85 milioni del dopo terremoto del 1981 da dover pagare.

Dopo aver lottato per eliminare l’ingiusto debito UTA, la città di Napoli si vede ancora costretta a lottare e a mettere in gioco la sua rinascita.

Ci attaccano volendo farci pagare per evidenti responsabilità di altri – ha detto nei giorni scorsi de Magistris – Quelli che hanno distrutto negli anni passati la città ed il suo popolo cercano di tornare come fantasmi”.

Una situazione, che lo stesso sindaco definisce “ingiusta, illegale e contro la città”. In questi ultimi giorni De Magistris si è fatto sentire più volte su questa questione che ormai lo attanaglia e che è diventata una vera e propria battaglia.

Gli 85 milioni, se non viene trovata una soluzione, saranno sottratti alla città di Napoli con conseguenze sicuramente gravi sulla comunità, sui servizi e inevitabilmente su un bilancio già povero.

“Ci vogliono far cadere, vogliono provocare lo scioglimento del Comune di Napoli ma noi questa soddisfazione non gliela daremo”. E’ per questo motivo che il sindaco De Magistris ha organizzato una manifestazione in cui sono invitati tutti i cittadini, tutti coloro che vogliono lottare per i diritti e la Giustizia.

“Sii protagonista e partecipa anche Tu alla manifestazione contro il debito ingiusto ed in difesa della Città”, si legge nel post pubblicato qualche ora fa dal sindaco.

La manifestazione, chiaramente intitolata “NO al debito ingiusto. Napoli libera”, si terrà sabato 14 aprile alle ore 10.00 in Piazza Municipio”.

Una manifestazione che, come ha voluto ricordare il sindaco, ha come scopo “l’eliminazione di questa ingiustizia che rischia di soffocare la Città”.

Potrebbe anche interessarti