Agenti picchiano un ragazzo. Il Questore: “Gli errori si fanno. Non sono macchine”

Festa della Polizia celebrata anche a Napoli, con il Maschio Angioino scenario della festa per i 166 anni del corpo militare. Per l’occasione è intervenuto anche il Questore di Napoli, Antonio De Iesu, che è ritornato sull’increscioso episodio che ha visto come protagonisti due agenti che, domenica, hanno malmenato un ragazzo che non si era fermato all’alt.

Siamo qui per celebrare il lavoro degli agenti al di là di errori e sbagli che i poliziotti in quanto uomini possono commettere. Spero e sono convinto che i cittadini apprezzino il lavoro che soprattutto in quest’ultimo anno abbiamo fatto con impegno e sacrificio, gli errori si fanno perché ci sono uomini a fare i poliziotti e non macchine e quindi portiamo anche nel lavoro le fragilità, le ansie. Il problema è gestire l’emotività e su questo la Questura si sta impegnando, ci vuole un grande lavoro sul personale per gestire l’emotività nei momenti difficili“, ha detto il Questore, come riportato da Repubblica.

Infine, De Iesu, ribadisce la massima collaborazione al lavoro che sta svolgendo la Procura ed annuncia che “ci sarà anche un profilo disciplinare che porterà a delle sanzioni adeguate alla gravità dei fatti. Ci sono delle regole, c’è un iter sia penale che disciplinare che stiamo esercitando, lo faremo con equilibrio e determinazione ma questo errore, questi comportamenti scorretti non possono offuscare lavoro della stragrande maggioranza dei poliziotti che danno prova di efficienza“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più