Napoli. B&B a luci rosse: una prostituta “intratteneva” gli ospiti

Napoli – Nell’ambito dei controlli effettuati dagli Agenti della Polizia Municipale Nucleo Mobilità Turistica di Chiaia è stato effettuato un monitoraggio su alcuni siti pubblicitari di b&b, case vacanza e alberghi riferiti alla zona di interesse turistico di via Chiaia e via Toledo.

In particolare, a seguito di una verifica effettuata presso una struttura ricettiva pubblicizzata in via Chiaia, gli Agenti hanno accertato che all’interno la presenza di una prostituta che svolgeva la sua attività già da alcune settimane. La donna dopo l’identificazione è risultata avere precedenti per lo sfruttamento della prostituzione ed infatti pubblicizzava le sue prestazioni
attraverso un sito che promuove incontri di natura sessuale.

La stessa è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per detenzione e diffusione di materiale pedopornografico ai sensi dell’art 600 ter c. p. ed il suo telefonino sottoposto a sequestro. Rintracciati poi il proprietario ed il gestore del b&b gli agenti hanno provveduto a denunciare quest’ultimo per favoreggiamento della prostituzione e a verbalizzarlo per attività ricettiva non autorizzata.

Da ulteriori accertamenti si rilevava che lo stesso individuo gestiva un’altra attività ricettiva abusiva nelle immediate vicinanze e veniva sanzionato ulteriormente ai sensi della Legge Regionale n. 5/2001.

Potrebbe anche interessarti