Napoli, che show: Milik e Callejon vanificano la “salvezza” del Crotone. Video goal

Siamo arrivati all’epilogo della Serie A. Con i conti già fatti e i campioni già decretati, ma con l’entusiasmo di sempre che non ha mai abbandonato il Napoli, la tifoseria e i suoi eroi in campo. Per l’ultima di campionato il Napoli se la gioca con il Crotone. Due realtà diverse. Il Napoli secondo in classifica, che non ha più niente da perdere nè da guadagnare. Il Crotone terzultimo in classifica, con un percorso-campionato altalenante e con la salvezza da conquistare al San Paolo. Una speranza, quella dei calabresi, che si spegne in brevissimo tempo grazie ai “goal-condanna in B” di Milik e Callejon. Un campionato che il Napoli chiude nel modo in cui sa fare meglio: in bellezza. Perchè a prescindere dai piccoli rimpianti e qualche rimorso, Il Napoli ha fatto un percorso straordinario, dimostrando che una squadra che fino a poco tempo fa era una scommessa, oggi è (e sarà) una forte e promettente certezza. E un San Paolo gremito è stata la palese conferma che questo Napoli ha riempito il cuore di gioia a tutti i suoi tifosi...”nonostante tutto”.

PARTITA: Da subito gli uomini di Zenga ostacolano duramente le manovre azzurre, con marcature strette e un gioco asfissiante. Una foga in campo direttamente proporzionata alla disperazione di chi si sta giocando la permanenza in Serie A. All’ 11 Trotta cerca di sbloccare la partita ostica e macchinosa con un tiro dalla distanza che non impensierisce Reina. Dopo circa 20 minuti il Napoli approfittando di un evidente affanno fisico degli ospiti, comincia ad esprimere la sua solita fluidità di gioco ed Insigne inventa una palla a giro perfetta che bacia il palo. Al 22′ Milik va in goal e porta il Napoli in vantaggio, grazie ad un chirurgico assist del Magnifico numero 24. Il Napoli è tornato quello di sempre, aggressivo, famelico e pericoloso. Sono tanti i tiri azzurri in porta ma sempre fuori di pochi millimetri. Al 31′ Callejon, dopo un lungo digiuno torna al goal. E lo fa con il suo solito marchio di fabbrica: inserimento laterale e tocco preciso, ma con il solito Insigne in versione assist-man.

Nel secondo tempo il Napoli fa da padrone del gioco e del campo. Gli uomini di Zenga stanchi fisicamente e demoralizzati dal risultato difficilmente ribaltabile, si lasciano sopraffare da un Napoli strepitoso.  Il Napoli ha una serie imbarazzante e infinite di occasioni per firmare il tris, ma a spuntarla è il Crotone sullo scadere, che con Tumminello sigla il classico goal della bandiera. Unico colpevole del goal è solo Reina.

VIDEO GOAL

[youtube]watch?v=7J7bpBCznJU[/youtube] [youtube]watch?v=yL0q9WWFIFY[/youtube]

Potrebbe anche interessarti