Nasce il “Movimento 5 Stelle bis”: faranno parte tutti gli espulsi dal partito originario

Dopo una breve guerra giudiziaria nasce il Movimento 5 Stelle bis.

L’ordinanza emessa dal Tribunale di Genova ha ridato speranza per tutti coloro che nel corso degli anni sono stati espulsi o allontanati dal movimento originario, quello fondato da Beppe Grillo, a causa di un politica morale interna al movimento che ha punito tutti coloro colpevoli di atteggiamenti poco consoni alla ligie regole.

Inoltre quelli che andranno a formare questo Movimento 5 Stelle bis potranno fregiarsi del simbolo e della scritta originaria dell’attuale partito. Lo stesso Beppe Grillo dovrà consegnare entro trenta giorni dall’avvenuta notifica la lista completa di tutti gli ex iscritti con tutti gli eventuali dati personali all’attuale curatore di questa “lista bis”. In caso di inadempienza Grillo dovrà versare ai reclamanti una cifra di 3.000 euro per ogni giorni di ritardo, come conferma il Corriere del Mezzogiorno.

Questa ordinanza essendo stata emessa in maniera urgenza non è sottoponibile a ricorso e i legali di Di Maio e Grillo dovranno aspettare solo la lunga procedura che prevede il giudizio ordinario. Intanto gli ex del partito potranno continuare a fare attività politica nelle piazze e a reclutare nuovi iscritti. Unica limitazione è l’impossibilità di presentarsi in politica con lo stesso logo del Movimento 5 Stelle capeggiato da Di Maio, soprattutto per evitare confusione tra gli elettori.

Intanto a Napoli si è registrato grande fermento e grande gioia per questa decisione e già ci si è attivati per riformare un Movimento 5 Stelle (bis) che riprenda tutti quei valori originari e rivoluzionari, che l’attuale Movimento ha ammortizzato a causa del successo politico ottenuto.

Potrebbe anche interessarti