Cresco6 fa 700miliardi di operazioni al secondo: è il computer più potente del Sud

Foto pagina facebook ENEA

Portici – È stato inaugurato ieri al Centro ricerche ENEA, il supercomputer Cresco6, il calcolatore più potente del Sud Italia, oltre che di grande importanza per tutto il Paese. Il nuovo Cresco riesce a svolgere 700mila miliardi di operazione matematiche al secondo.

Foto pagina facebook ENEA

Frutto di una partnership tra ENEA e CINECA, finalizzata alla fornitura di servizi di supercalcolo e storage dati a EUROFUSION (il Consorzio Europeo per lo Sviluppo dell’Energia da Fusione), la nuova macchina Cresco6 offre una potenza computazionale di circa 700 TeraFLOPS e andrà ad affiancarsi ai supercalcolatori Cresco4 (100 TeraFLOPS) e Cresco5 (25 TeraFLOPS), già istallati ed operanti presso il medesimo Centro.

Il Progetto è stato finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca per mezzo dei Fondi Strutturali nell’ambito del Programma Operativo Nazionale 2000-2006. La macchina sarà di supporto alle attività di Ricerca e Sviluppo nei settori istituzionali dell’Agenzia ENEA, così come nelle collaborazioni con enti nazionali ed internazionali e con il sistema produttivo italiano.

Il supercalcolatore potrà essere utilizzato oltre che dall’ENEA, anche da altri partner pubblici e privati in molteplici campi: modelli climatici e ambientali, applicazioni energetiche, studio di nuovi materiali, bioinformatica, codici nucleari e della fusione per il settore aerospaziale. Un esempio della sua potenza: modelli climatici elaborati in un anno potranno essere eseguiti in poche settimane.

Potrebbe anche interessarti