Ischia, circolano bus che sponsorizzano la “cannabis”: scoppia la polemica

Ischia – Una protesta cominciata sui social e portata fino in aula comunale. Il tutto è successo quando nel comune di Casamicciola hanno cominciato a circolare dei bus che pubblicizzavano un Cannabis Store. Inoltre c’è da aggiungere che i mezzi di trasporto su gomma della compagnia Eavbus, che gestiscono quasi tutti i servizi e le linee di trasporto, non passano di certo inosservati. Per non parlare del fatto che la società copre anche la tratta scolastica Casamicciola- Ischia, popolata da studenti che seguono le lezioni alla scuola media statale “Scotti”, a causa dell’inagibilità del plesso Ibsen dopo il terremoto delle scorso 21 agosto.

Per tale motivo, dopo lo scatenarsi dell’indecenza generale, Nunzia Piro la consigliera comunale con delega alla pubblica istruzione del Comune di Casamicciola ha inviato alla società di trasporto una nota con il fine di utilizzare mezzi per il trasporto delle scolaresche delle medie “non pubblicizzati”:

Ho urgenza e premura di comunicarvi che ritengo altamente disdicevole e diseducativo mandare un bus a prendere i ragazzi della scuola media tutto chiuso con la pubblicità dello store Cannabis. Anche voi dell’azienda siete genitori e quindi educatori e non vi potete permettere di pubblicizzare prodotti che impoveriscono le capacità intellettuali, favoriscono i disturbi psichici, causano dipendenza. Insomma è una vergogna per l’Eavbus. Vi chiedo di sostituire immediatamente il bus che dovrà trasportare gli studenti casamicciolesi fino alla fine dell’anno scolastico e di non utilizzare mai più questo bus con le scritte Cannabis“.

Potrebbe anche interessarti