Napoli, presentato il restauro della Galleria Umberto: ma la facciata è di due colori

 Dopo tre anni di lavori, è stato presentato oggi il restauro della Galleria Umberto di Napoli. Un restauro minuzioso, scrive il Mattino, effettuato con strumentazioni all’avanguardia e costato 3 milioni di euro.

Il restauro, però, ha interessato solo una parte della Galleria, quello di proprietà di Sidief, società che si occupa del patrimonio immobiliare della Banca d’Italia e che detiene la parte della galleria che affaccia su via Verdi e verso il teatro San Carlo.

Il resto della Galleria, dopo i tragici fatti del 2014, è stato soltanto messo in sicurezza. Questo, purtroppo, ha creato una discromia nelle facciate, che ora appaiono di due colori diversi.

Da una parte quello fresco, nuovo, restaurato e bianchissimo; dall’altra quello ancora da rifare, annerito dal tempo, dai fumi e dallo smog.

Purtroppo, il conflitto di competenze tra pubblico e privato non ha portato a una soluzione definitiva, cosicché la Galleria, patrimonio e simbolo di Napoli, sia ora un mosaico messo a nuovo soltanto a metà.

LE FOTO di Francesco Emilio Borrelli

Potrebbe anche interessarti