Napoli. Ha un tumore e va in pensione, ma gli bloccano il tfr. Ora minaccia di darsi fuoco

Napoli – E’ proprio il caso di dirlo: oltre il danno anche la beffa. Una triste vicenda che ha coinvolto un ex dipendente dell’Eav, che si è visto privare di alcuni suoi diritti, come racconta il Corriere del Mezzogiorno.

Ma ricostruiamo la vicenda. L’uomo era stato costretto ad andare prima in pensione dopo aver scoperto di essere affetto ad un neoplasia allo stomaco, che lo ha costretto anche a subire una delicata operazione. Ovviamente, come per legge, all’uomo era stato concesso anche la riscossione del tfr, il trattamento di fine rapporto, quella somma comunemente conosciuta come liquidazione, che il datore di lavoro versa ad un dipendente quando il rapporto di lavoro tra i due cessa, per qualsiasi ragione.

Ma da un giorno all’altro questo bonus gli è stato bloccato dall’ Agenzia della Riscossione. Purtroppo, nonostante sia ben chiara l’ingiustizia ricevuta, l’avvocato dell’ ex dipendente non ha basi concrete per muoversi attraverso vie legali, in quanto non c’è nessuna notifica di pignoramento.

Una situazione assurda che sta portando all’esasperazione il povero pensionato, che ora minaccia di darsi fuoco negli uffici dell’agenzia delle Entrate.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più