Maturità: oggi il giorno del “quizzone”, ma l’anno prossimo non ci sarà: come cambia

Oggi ultima prova scritta per i maturandi. Gli studenti si dovranno cimentare nel classico “quizzone a sorpresa”, con diverse domande presentate in diverse tipologie, dalla risposa aperta a quella multipla o a metà tra le due, inerenti su alcune discipline di studio del loro indirizzo superiore. Una prova che negli ultimi anni è diventata un vero e proprio grattacapo per gli stressati studenti, in quanto non vengono rese note le materie, anche se in alcuni casi piccoli suggerimenti arrivano dagli stessi professori la mattina stessa dell’esame.

Ma quest’anno sarà l’ultima volta in cui nella terza prova scritta ci sarà questo “quizzone”. Dall’anno prossimo le cose cambieranno. Infatti secondo le novità introdotte dalla Buona scuola bis nel 2017 dal governo Renzi, gli studenti dovranno cimentarsi nel test Invalsi. Una prova che verrà proposta agli studenti circa due mesi prima dell’inizio delle prove di maturità e che verrà come requisito per accedere agli esami oltre che la sufficienza in tutte le materie. La prova verterà su domande di Matematica, Italiano e Inglese per appurare il grado di conoscenza degli studenti in queste materie e il tutto verrà svolto a computer.

Potrebbe anche interessarti