Asia Argento, spuntano gli sms: “Quel ragazzino arr***to mi è saltato addosso”

Resta ancora tutta da chiarire la triste vicenda che vede protagonista Asia Argento. L’attrice è accusata di aver compiuto molestie sessuali ai danni dell’attore  Jimmy Bennett, che all’epoca dei fatti, nel 2013, era appena 17enne.

Subito Asia Argento ha smentito le accuse che le sono state rivolte, ribadendo che queste dicerie sono state inventate solo al fine di sporcare la sua immagine e denigrarla. In soccorso anche il padre Dario Argento che è certo dell'”innocenza” della figlia. Al momento queste accuse devono essere ancora confermate, non c’è un’ indagine in atto e Asia Argento, quindi, non è ancora indagata.

Ovviamente la questione si “infoltisce” di nuovi dettagli e retroscena, che sembrano scagionare in parte l’attrice da questa imbarazzante situazione. Infatti il sito americano “Tmz” ha reso pubblici alcuni messaggi scambiati, nelle ultime ore, tra l’attrice e un fidato amico. Dai messaggi sembrerebbe che l’atto sessuale è stato consumato, ma senza nessuna costrizione da parte della donna:

“Ho fatto sesso con lui non sapevo che fosse minorenne. Non è stato uno stupro, lui era sopra di me. Quel ragazzino arrapato mi è saltato addosso. Poi mi ha detto che ero la sua fantasia sessuale da quando aveva 12 anni”. 

Nei messaggi si spiegherebbe anche il motivo per il quale l’attrice abbia versato nelle tasche dell’attore 380mila dollari, visti come la somma pattuita per comprare il silenzio del ragazzo, ma che l’Argento spiega e motiva in maniera diversa, specificando all’amico di essere stata vittima di un ricatto da parte dell’attore e quindi per mettere a tacere la storia, ha pagato.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più