Napoletani scomparsi, la straziante lettera di Francesco: “Ho le lacrime agli occhi…”

Vita mia, ti scrivo con le lacrime agli occhi“. Inizia così la commovente lettera di Francesco Russo, fratello di Antonio, uno dei tre napoletani scomparsi in Messico dallo scorso gennaio. “Voglio che sappi che tu per me sei il migliore! Avere un fratello è una cosa bellissima ma avere un fratello come te è inspiegabile! Mi mancano tanto le tue battute a ripetizione“.

Prosegue: “Ma più di tutto il tuo amore fraterno. Negli ultimi anni sono stato molto assente fisicamente e non puoi immaginare come mi sento male per non aver speso più tempo assieme a te. Spero solo che Dio al più presto mi faccia un miracolo per riabbracciarti forte a me.…a te e a papà. E a Enzo, ti amo fratello caro“.

Lo scorso giugno sembrava che la vicenda fosse ad una svolta. Il legale delle famiglie dei tre desaparecidos, Claudio Falletti, rivelò che le indagini della Procura messicana avevano portato all’individuazione dei responsabili della sparizione dei tre napoletani. Da settimane, però, è calato il silenzio attorno a questa vicenda, nonostante siano passati ormai quasi 8 mesi.

Potrebbe anche interessarti