Scuola, allarme in Campania: solo 2 edifici su 10 sono antisismici

Mancano pochi giorni all’inizio della scuola, ma i dati diffusi da Legambiente, sullo stato di salute degli edifici scolastici in Campania, non fanno certo sorridere. L’associazione, in riferimento al 2017, ha riportato lo stato di salute dei 474 edifici scolastici diffusi in tutta la regione e che ospitano oltre 108mila studenti.

Poco più del 90% degli edifici su citati si trovano nelle c.d. aree a rischio sismico, ma solo 2 su dieci sono stati costruiti seguendo gli standard antisismici, mentre solo nel 28,5%  è stata eseguita la verifica di vulnerabilità sismica.

Una normativa antisismica c’è ed è del 1974, ma oltre il 60% degli edifici scolastici è stato costruito prima della entrata in vigore. Un patrimonio vecchio, quindi, per il quale quasi un edificio su due necessita di interventi urgenti di manutenzione. Una manutenzione che scarseggia anche per i pochi investimenti sostenuti dai Comuni, sia per la manutenzione ordinaria che straordinaria: mediamente per ogni edificio viene speso € 2.123., a fronte dei € 21.836 del dato nazionale (per la manutenzione straordinaria); mentre sono spesi € 1.335 per manutenzione ordinaria contro i € 7.170 di media nazionale.

Criticità anche per le indagini diagnostiche sui solai, con solo il 2,1% degli edifici oggetto di controlli, il 7,2% ha beneficiato di interventi di messa in sicurezza dei solai nel 2016. Unica nota positiva i dati sulle certificazioni, che risultano sopra la media nazionale per quanto riguarda quelle relative a collaudo statico (97%), agibilità (94,9%), certificazione igienico sanitaria (100%), prevenzione incendi (62%), impianti elettrici a norma (94,3%).

L’indagine di Legambiente si è soffermata soprattutto su Napoli, con l’analisi di 402 edifici scolastici. Tutti gli edifici hanno il certificato di agibilità, di collaudo statico, di agibilità igienico sanitaria, ma solo 71 edifici (17%) sono costruiti con criteri antisismici e solo su 122( pari al 30%) è stata eseguita la verifica di vulnerabilità antisismica.

Più della metà degli edifici, infine, ha bisogno di interventi urgenti per eliminare ogni rischio, principalmente per impiantistica e prevenzione incendi. Su nessun edificio, inoltre, negli ultimi due anni, sono state effettuate indagini diagnostiche sui solai, con solo 190 gli edifici scolastici che sono stati oggetto di interventi di manutenzione straordinaria negli ultimi cinque anni.

Potrebbe anche interessarti