De Luca: “In Campania il vaccino anti-cancro. A scuola solo con la certificazione”

Vincenzo De Luca
Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ribadito ancora una volta l’importanza dell’obbligo vaccinale e della certificazione medica: “In Campania a scuola si va solo con la certificazione di avvenuta vaccinazione che rilasciano i medici e non i liberi pensatori“. Lo ha ribadito a margine della presentazione della rete dei progetti di ricerca oncologica.

De Luca, inoltre, ha ribadito il massimo impegno della Regione nella lotta contro il cancro, con “160 milioni di euro. Abbiamo cominciato a finanziarie le prime due linee di ricerca – riporta il Corriere del Mezzogiorno siamo impegnati in campo farmacologico, nel campo della ricerca genetica e della produzione di farmaci nuovi. Uno sforzo gigantesco che ha come obiettivo produrre in Campania il vaccino contro il cancro“.

Il governatore ha poi criticato l’operato svolto fin qui dal governo gialloverde in materia di vaccinazione, parlando di “atti di vera e propria irresponsabilità“. Infine, De Luca ha annunciato l’uscita del commissariamento per la Sanità: “Dopo 10 anni, usciamo dal commissariamento, cioè vuol dire che abbiamo risanato i conti. Abbiamo compiuto una risalita straordinaria nella griglia Lea, ridotto a metà i tempi d’attesa, chiuso lo scandalo dei parti cesarei per le primipare che erano al 95%. Abbiamo tempi di 48 ore per le operazioni di fratture al femore, abbiamo risolto le emergenze dei pronto soccorso“.

Lasciate perdere – prosegue ancora De Luca – le cialtronate giornalistiche, la rete e il web. La verità è che non ci sono più barelle al Cardarelli, abbiamo aperto i pronto soccorso chiusi e il 15 settembre, come deciso, sabotaggi o no, apre il pronto soccorso all’Ospedale del Mare, dove potremo fare arrivare il 70% di quelli che oggi si rivolgono al Cardarelli“.

Potrebbe anche interessarti