Bacoli, chiude a tempo indeterminato il Parco Vanvitelliano del Fusaro: i motivi

E’ polemica a Bacoli per la chiusura improvvisa, e a tempo indeterminato, del Parco Vanvitelliano del Fusaro, amatissimo da cittadini e turisti. La chiusura, scrive La Repubblica, è avvenuta per ragioni di sicurezza, e per permettere l’esecuzione di lavori urgenti di manutenzione alla rete elettrica.

Il parco, che rientra nella gestione della società Centro Ittico Campano, è immerso nel verde e ospita uno dei tesori borbonici: la Casina di caccia, del Vanvitelli, che sorge sulle sponde del lago Fusaro.

Tutta l’area è densamente frequentata per la sua particolare scenografia, un luogo utilizzato in varie occasioni anche per scene cinematografiche.

L’ex sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione, ha commentato duramente la situazione in una nota su Facebook: “In una città che ambisce ad essere civile e turistica, si chiude uno dei pochi spazi pubblici di relax, nonché meta, ogni giorno, di tanti turisti e scolaresche. Oltre che di residenti, giovani, anziani, famiglie. Uno schiaffo a tutti noi, intollerabile. Una vergogna. Facciamo quindi appello al commissario prefettizio del Comune di Bacoli, al Centro Ittico Campano, ed a tutti gli organismi preposti, affinché si faccia subito chiarezza su quanto stia accadendo al Fusaro. Facciamo appello affinché si riapra presto il Parco Vanvitelliano”.

Potrebbe anche interessarti